Temporary Management

CHI È IL TEMPORARY MANAGER

Il manager è abituato a gestire un’azienda nella sua continuità, mentre  il temporary manager  deve gestire un processo di cambiamento specifico.

Se il primo  si focalizza  sulla continuità aziendale e sulla difesa e sviluppo del proprio ruolo all’interno dell’organizzazione, per il secondo il focus è sulla  realizzazione del progetto di cambiamento e sulla preparazione della struttura alla propria uscita.

LA VISIONE

La gestione di processi di cambiamento complessi e articolati presuppone una visione non settoriale dell’azienda, propria di chi ha potuto maturare diverse esperienze in ruoli quali amministratore delegato, direttore generale e direttore di business unit.

L'ATTITUDINE AL CAMBIAMENTO

Il Temporary Manager sa coltivare un senso di “non appropriazione” delle realtà in cui viene inserito. Questo gli permette quel coinvolgimento relativo, necessario per focalizzarsi solo sulla realizzazione del progetto ed essere poi pronto a chiudere velocemente la sua permanenza in azienda. Non deve vivere come un problema il senso di precarietà, insito in questa modalità di lavoro, ma anzi, superarlo grazie ad una forte autostima maturata attraverso i propri successi professionali e ad una rete consolidata di relazioni professionali da cui attingere nuove opportunità.

L'INDIPENDENZA DI GIUDIZIO

È fondamentale avere una forte indipendenza di giudizio per poter ascoltare altri pareri senza diventare subalterno a visioni consolidate in azienda che invece sono proprio l’oggetto del cambiamento. Essendo il temporary manager l’attore del cambiamento, questi deve riuscire a sviluppare la propria leadership in maniera autorevole e saper coinvolgere la proprietà, il management e il personale sulle nuove visioni aziendali che il cambiamento richiede.

(Fonte: Leading Networg – www.leading.it)

LA MIA OFFERTA DI TEMPORARY MANAGEMENT PER LE AZIENDE

 

Target

Piccola e Media azienda.

 

Quando

Quando questa necessiti di un supporto per passaggio generazionale, marginalità, internazionalizzazione o laddove comunque sia necessario o stia vivendo un cambiamento.

 

Tempi

In funzione delle dimensioni e della complessità dell’azienda, la missione del Temporary Manager può svilupparsi anche in poche giornate alla settimana per un periodo minimo di circa 6 mesi per giungere fino ai 3 anni nei casi più complessi.

 

Modalità contrattuale

La forma contrattuale di collaborazione è, nel mio caso, quello della partita IVA, in quanto  consente una adeguata flessibilità nel gestire tempi e costi.

 

Costi

I costi variano da 700€ a 1000€/giornata in base alla complessità ed alla durata della missione.

CASE HISTORY DI TEMPORARY MANAGEMENT

Presentazione Prezi: un caso reale di temporary management illustrata navigando un’azienda virtuale.

Compila il form indicando l'ambito di interesse e sarai contattato entro 24 ore

Il tuo nome e cognome

La tua email

Telefono/Cellulare

Argomenti di interesse
Temporary Management
Convegni
Formazione

Note