Lo strumento della narrazione in un intervento di Temporary Management

Come può il metodo narrativo aiutare un Temporary Manager a svolgere al meglio il suo incarico?

Il ruolo della parola e della narrazione nel risolvere i conflitti e accompagnare l’azienda nel suo percorso di sviluppo è stato l’oggetto del mio intervento nel corso del VI° convegno nazionale di Storytelling che si è svolto a Milano nel novembre 2014.

Utilizzando una presentazione Prezi (che anche in questa occasione ha mostrato la sua maggiore efficacia rispetto ad un classico powerpoint), ho raccontato una mia esperienza da TM all’interno di una realtà produttiva del Veneto, articolandola come una vera e propria storia. Erano presenti nel mio racconto tutti gli elementi narrativi: l’ambientazione, i personaggi (l’eroe: l’imprenditore, i buoni: gli alleati nel cambiamento; i cattivi: gli ostili, il narratore: il Temporary Manager), il plot, e l’happy ending. Una storia ben narrata, che ha tenuto l’affollata platea con il fiato sospeso.

Ad animare la narrazione, il racconto degli elementi di difficoltà che il TM è chiamato a superare per ottenere il risultato, gli sforzi che compie nel suo percorso, con tanto di tentativi, prove e ripensamenti. Fulcro della storia era l’identificazione degli ‘ostili’, coloro che vedono la figura del TM come un intruso, pericoloso per loro e per la loro azienda, e la loro gestione, in un percorso che li trasforma infine in preziosi alleati.

Quindi, il finale, con l’impresa che aumenta il fatturato, rendendo l’eroe fiero della sua scelta di affidare il suo tesoro (l’azienda) ad un manager a tempo, e l’uscita di scena del TM, che, concluso il suo incarico, abbandona la storia, cacciando la tentazione di voler restare e ributtandosi nella sua vita di …precario per scelta.
Tutto questo grazie alla parola, narrata e utilizzata nel corso dell’incarico. Ogni incarico, infatti, è una storia, ma sono la narrazione, il dialogo, la parola a permettere a tutti gli attori di sentirsi parte di questo racconto, spingendoli a lavorare insieme per ottenere il risultato.