07/04/2015

 

Contributi che finanziano l’assunzione di un Temporary Manager: Esistono!

 

Non è impossibile per un’azienda ottenere dei contributi che finanzino l’assunzione di un Temporary Manager. L’ho sperimentato sulla mia pelle, firmando un contratto parzialmente finanziato da un bando emesso dalla Camera di Commercio di Treviso.

Dopo la CCIAA di Rovigo, anche la CCIAA di Treviso ha indetto un Concorso per favorire l’innovazione, la competitività, per l’applicazione di tecnologie avanzate e la salvaguardia dell’ambiente per le PMI, prevedendo contributi in conto capitale per le imprese del settore della produzione primaria di prodotti agricoli, aperto anche all’introduzione in azienda di Temporary Manager. Il fondo a disposizione era di 900 mila euro. Il bando prevedeva 5 linee di intervento, tra cui l’inserimento di “Capitale umano qualificato in azienda”. Proprio in questa linea, finanziata con 80 mila Euro, si è inserita la domanda di una società di servizi trevigiana che ha partecipato proponendo la mia figura di Temporary manager. Il Bando si è chiuso a novembre, e la società si è aggiudicata un finanziamento e così ho potuto firmare il contratto.

Insomma, questo mi dice sono moltissime le aziende che potrebbero avvalersi di finanziamenti che possono portare nel loro team una figura altamente specializzata a bassi costi. E questi contributi sono davvero accessibili! Non solo: questo secondo me è un segnale forte di come stiano aprendosi spazi importanti nel nostro tessuto produttivo per il temporary management.